Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Artisti

Elenco Artisti

Massimo Bartolini

nasce a Cecina (Livorno) nel 1962, dove vive e lavora.

Massimo Bartolini

La poetica dell'artista si articola attraverso linguaggi differenti che danno vita a opere sempre in stretta connessione con il luogo in cui si trovano. Tramite l'utilizzo di elementi diversificati, Bartolini agisce nello spazio distruggendo le classiche coordinate spazio-temporali e creando dimensioni nuove e inaspettate.

In esse lo spettatore, con i suoi sensi e le sue percezioni, ha un ruolo determinante, sperimenta nuovi punti di vista e acquisisce una diversa sensibilità davanti agli oggetti e a luoghi reinterpreti attraverso forme nuove, dove la sfera del singolo abbraccia il mondo intero. Esempi di questo procedere si ritrovano in tutta l'attività di Bartolini, dalla serie delle Aiuole, iniziata nel 1995, fino a Basements, opera esposta durante la sua ultima personale alla Galleria Massimo De Carlo di Milano (settembre 2011). In entrambe l'elemento naturale è decontestualizzato e inserito in un ambiente nuovo al fine di accentuare la connessione dell'uomo con le proprie radici.

Massimo Bartolini è stato protagonista di numerose mostre sia in Italia che all'estero. Le sue opere sono state esposte in varie sedi, tra cui il Fruitmarket Gallery di Edimburgo (2013), la Galleria Massimo De Carlo di Milano (2011), il Museion di Bolzano (2010), il Magazzino Arte Moderna di Roma (2009), il MAXXI di Roma (2008), laFrithStreet Gallery di Londra (2008), la Fundacao Serralves di Porto (2007), la Ikon Gallery di Birmingham (2007), il Boijmans van Beuningen di Rotterdam (2004), il Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato (2003), il P.S.1 di New York (2001) e il Centro De Appel di Amsterdam (1998).

Ha inoltre partecipato a diverse delle maggiori manifestazioni internazionali, tra cui Manifesta 4 (Francoforte, 2002), alle edizioni 48 e 53 della Biennale veneziana (1999 e 2009) e a Documenta 13 (2012).